Lazzaro e la sua amata - Khalil Gibran

Lazzaro e la sua amata

L’infinita nostalgia del Cielo che risiede nel cuore di ogni uomo è al centro di questa perla della letteratura dell’autore de Il Profeta.

Nella casa di Betania, con la madre e le sorelle Marta e Maria, Lazzaro vive un profondo rammarico per essere stato richiamato in vita da Gesù e confida la nostalgia per l’amata che ha conosciuto quando è morto: «Eravamo nello spazio, la mia amata ed io, ed eravamo lo spazio tutto. Eravamo nella luce ed eravamo tutta la luce». Il distacco forzato da quella felicità pura gli crea un senso di insoddisfazione e una insensata fatica a vivere la realtà quotidiana.

In questo classico del Novecento, Gibran prende spunto da una pagina evangelica per rivestirla della sua poesia, facendo emergere uno dei suoi pensieri: che la morte è un aspetto del cuore della vita, una pulsazione, un nome, un appello. La vita sta alla morte come un fiume al mare.

Introduzione di Davide Rondoni
Traduzione e postfazione critica di Bartolomeo Pirone

 

continua

Lingua: Italiano
Numero pagine: 112
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2019
ISBN: 978-88-6240-622-2

Editore: Edizioni Terra Santa

Condividi
Autore

Gibran nacque a Bisharri, in Libano, il 6 dicembre 1883. Le precarie condizioni economiche della famiglia lo obbligarono ad emigrare in America dove si stabiliì a Boston nel 1894. Qui cominciò ad apprendere l'inglese che doveva poi diventare la sua lingua preferita. Nel 1898 tornò in Libano dove rimase sino al 1901.

Nel 1903 tornò in America dove si diede all'attività commerciale per dare ai suoi familiari una certa stabilità economica. Intanto cominciò a scrivere per la rivista "al-Muhagir". Nel 1909 si recò a Parigi ove rimase per tre anni ed ebbe contatti con Rodin. Al suo ritorno in America si stabilì a New York con la sorella in un appartamento che egli stesso amava chiamare l'eremitaggio "as-Sawama'ah". Nel 1931 morì a New York.

Fu scrittore, pittore, filosofo e teologo. Dopo William Shakespeare e Laozi è lo scrittore più letto della storia. Il suo capolavoro, Il Profeta, fu un successo planetario, a cui seguirono altre opere poetiche e narrative tradotte in tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione