La verità si scava come un pozzo - Antoine de Saint-Exupéry

La verità si scava come un pozzo

Per capire Il piccolo principe

Citadelle: 985 pagine dattiloscritte, consegnate da Saint-Exupéry all’amico Georges Pélissier poco prima della morte. Pagine fitte di appunti, di cancellature, di parole che si intrecciano sui bordi dei fogli. «Sarà il mio libro postumo». Andrà ripulito, lavorato.

Saint-Exupéry lo sa: Citadelle è il lavoro di una vita e, stratificato, come ogni pensiero che si è andato sedimentando, come ogni immagine, intuizione, preghiera, andrà riportato alla luce e reso chiaro. Scritto in prima persona, egli stesso aveva confidato di avere intenzione di proporre il discorso di un capo berbero il cui padre era stato assassinato, e in cui si cela l’immagine di un Padre più alto che ha i tratti di una divinità.

La presente antologia trae le «linee di forza», le parti più evocative di un’opera che ha quasi l’aspetto di una lunga meditazione sui temi centrali del Piccolo principe: l’amore; l’educazione di sé attraverso l’ammaestramento dell’altro; la tensione verso questo “altro da sé” e l’attenzione a esso (chiunque egli sia); la percezione dello spazio del deserto, interiore prima che fisico… Perché in Citadelle è presente tutto l’essenziale del libro più famoso, al punto che possiamo utilizzare queste pagine come un aiuto a comprendere più a fondo il mistero di quel Principino che non può essere ridotto a una banale parabola del “volersi bene”.

continua

Lingua: Italiano
Numero pagine: 128
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN: 978-88-6240-415-0

Editore: Edizioni Terra Santa

Condividi
Recensioni

Avvenire

Autore

Antoine de Saint-Exupéry (1900-1944) è conosciuto al mondo intero per essere l’autore de Il piccolo principe, tradotto in 250 lingue e tuttora tra i libri più venduti. L’azione e il volo nella sua vita si intrecciarono sempre all’attività di scrittore. Tra le sue opere più famose: Volo di notte (1931), Terra degli uomini (1939), Pilota di guerra (1942). Citadelle, la sua “opera della vita”, monumentale creazione rimasta incompiuta, uscì postumo nel 1948.

Ti potrebbe interessare
Elogio del fantastico - Jacques Bergier

Elogio del fantastico

Tolkien, Lewis, Howard, Machen e altri demiurghi dell'immaginario

L’amore nel fuoco della guerra

Passioni e voluttà, tradimenti e congiure nella Zara italiana

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione