Il cantico della Felicità - Khalil Gibran

Il cantico della Felicità

Caleidoscopio sulla pace del cuore

I brani di questo percorso antologico – che contiene molti inediti – rappresentano le note migliori dello spartito gibraniano e suggeriscono una melodia a cui ogni lettore potrà ispirarsi per creare la propria musica del cuore, una sinfonia di pace e di felicità da reinventare giorno per giorno.

Fin dagli albori del tempo, l’uomo e la donna sono stati tormentati da una “fame” acuta e inestinguibile. Questa lucida intuizione dell’inquietudine umana è stata il leit motiv di tutta la partitura poetico-narrativa del grande Gibran. Per l’autore del capolavoro Il Profeta, la “fame” ancestrale di ogni individuo trova spiegazione nella relazione fra Dio e l’uomo: l’umanità non può capire l’opera del Creatore dall’inizio alla fine, ma neppure cancellare l’attesa di conoscere il “senso” di tutte le cose. La felicità, tuttavia, non è una chimera irraggiungibile: è una conquista dell’essere, che si raggiunge attraverso un “risveglio spirituale” capace di fondere gli infiniti “frammenti di senso” in un’unica sorprendente visione, proprio come accade nella percezione dei vetrini colorati di un caleidoscopio.

continua

Lingua: Italiano
Numero pagine: 208
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2014
ISBN: 978-88-6240-302-3

Editore: Edizioni Terra Santa

Condividi
Recensioni

Vatican Insider

Autore

Gibran nacque a Bisharri, in Libano, il 6 dicembre 1883. Le precarie condizioni economiche della famiglia lo obbligarono ad emigrare in America dove si stabiliì a Boston nel 1894. Qui cominciò ad apprendere l'inglese che doveva poi diventare la sua lingua preferita. Nel 1898 tornò in Libano dove rimase sino al 1901.

Nel 1903 tornò in America dove si diede all'attività commerciale per dare ai suoi familiari una certa stabilità economica. Intanto cominciò a scrivere per la rivista "al-Muhagir". Nel 1909 si recò a Parigi ove rimase per tre anni ed ebbe contatti con Rodin. Al suo ritorno in America si stabilì a New York con la sorella in un appartamento che egli stesso amava chiamare l'eremitaggio "as-Sawama'ah". Nel 1931 morì a New York.

Fu scrittore, pittore, filosofo e teologo. Dopo William Shakespeare e Laozi è lo scrittore più letto della storia. Il suo capolavoro, Il Profeta, fu un successo planetario, a cui seguirono altre opere poetiche e narrative tradotte in tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione
In caso di ebook con DRM, al termine del processo di acquisto, entrando nell'area riservata, sarà reso immediatamente disponibile il download di un file "URLLink.acsm". Per avere il tuo ebook, dovrai prima installare il programma "ADOBE DIGITAL EDITIONS" (per scaricarlo, clicca qui).

Una volta installato questo programma, potrai aprire il file "URLLink.acsm". Il file può essere aperto un numero illimitato di volte, su 5 tuoi dispositivi.
Per saperne di più (WIKIPEDIA, clicca qui).

In caso di ebook senza DRM invece, il file non prevede alcuna prova di acquisto e potrà essere aperto liberamente su qualsiasi dispositivo.