Credere per vivere - Elena Lea Bartolini De Angeli, Ernesto Borghi, Paolo Branca, Renzo Petraglio

Credere per vivere

Prospettive giudaiche, cristiane e islamiche a confronto

Il libro intende offrire ai lettori uno sguardo introduttivo alle tre grandi tradizioni religiose che a vario titolo si agganciano alla rivelazione biblica: la fede giudaica, quella cristiana e quella islamica. Scopo primario è di rendere possibile una solida comprensione delle differenze, anche insuperabili, che esistono nelle tre diverse professioni di fede.

Che cosa significa oggi avere fede? Se si ragiona in termini tradizionali, nell’Occidente euro-atlantico non si può che far riferimento anzitutto alla fede nel Dio cristiano. Se, però, si allarga l’orizzonte e si approfondisce l’analisi, non si può non considerare quanto importanti siano stati e siano, proprio nello sviluppo della cultura “occidentale”, gli apporti e la presenza di fedeli ebrei e islamici e delle loro prospettive di fede e di cultura. Ebrei, cristiani e musulmani possono mettere in campo efficaci pratiche fondate sulla ragionevole fiducia che l’incontro con l’altro sia un’opportunità per tutti.
In tale quadro culturale contemporaneo agli autori di questo volume – studiosi delle tradizioni religiose giudaiche, cristiane e islamiche e organizzatori di occasioni formative nell’ambito del dialogo ecumenico e interreligioso – è parso importante scrivere queste pagine seriamente divulgative. Esse sono rivolte a chiunque desideri capire meglio l’importanza esistenziale delle fedi giudaica, cristiana e islamica per la ricerca della felicità personale e collettiva e sia interessato a una convivenza sociale migliore, proprio a partire da un confronto culturale e religioso, intelligente e appassionato.
La Prefazione al volume è di mons. Franco Buzzi, teologo e umanista, prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.

continua
Autori

Elena Lea Bartolini De Angeli, di origini ebraiche da parte materna, è docente di Giudaismo ed Ermeneutica ebraica presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose e l’Università Cattolica di Milano. È docente invitata presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e presso la cattedra di Dialogo tra le culture della Diocesi di Ragusa. Fa parte del comitato scientifico della Biblioteca Ambrosiana per le “Letture di nuovi classici”. Autrice di diverse pubblicazioni, dirige la collana “Studi giudaici” per la casa editrice Effatà e cura la rubrica “Judaica” per la rivista Terrasanta.

È docente di esegesi e teologia del Nuovo Testamento presso l’ISSR di Nola (Napoli) e presso il CSSR di Trento, e coordinatore della formazione biblica nella diocesi di Lugano. È presidente dell'Associazione Biblica della Svizzera Italiana.

È docente di lingua e letteratura araba presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Già docente di greco e storia delle religioni al Liceo Cantonale di Locarno, è biblista, esperto di religioni abramitiche e di dialogo interreligioso in Svizzera, Italia e Burundi.

Ti potrebbe interessare

Gerusalemme

Città della pace, crocevia di conflitti

Messaggeri di perfetta letizia

La regola dell'Ordine Francescano Secolare con gli occhi di papa Francesco
L’ultima ragazza

L’ultima ragazza

Storia della mia prigionia e della mia battaglia contro l'Isis
La notte dei Magi - Luca Violoni

La notte dei Magi

Rileggendo il Vangelo dell'infanzia di Matteo
La barca di Paolo - Leonardo Sapienza

La barca di Paolo

Il timone della barca di Pietro, come Paolo VI amava definire la Chiesa, passa nelle sue mani.
Padre Nostro - Matteo Munari

Padre Nostro

Piccola guida per capire cosa stai chiedendo
Quello che le guide non dicono

Quello che le guide non dicono

Lettera a un giovane che parte per Santiago de Compostela

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione