Come muoiono le democrazie

La storia recente per identificare i passaggi cruciali e le condizioni che si ripropongono, ogni volta che una democrazia viene trasformata in regime autoritario da un leader eletto.

Ormai è raro che il potere venga conquistato attraverso un golpe militare o comunque con la forza. Quasi tutti i paesi tengono regolarmente elezioni. Le democrazie muoiono ancora, ma con altri mezzi.

Dalla fine della Guerra Fredda a oggi, a determinare la morte di una democrazia non sono quasi mai generali e soldati, ma gli stessi governi eletti. Leader eletti hanno sovvertito le istituzioni democratiche in Venezuela, Georgia, Filippine, Nicaragua, Perù, Polonia, Russia, Sri Lanka, Turchia, Ucraina e Ungheria. Oggi il tracollo di una democrazia comincia nelle urne.

Steven Levitsky e Daniel Ziblatt attraversano la storia recente per identificare i passaggi cruciali e le condizioni che si ripropongono, seppure in diverse declinazioni, ogni volta che una democrazia viene gradualmente trasformata in regime autoritario da un leader eletto. Un processo messo in atto dall’interno delle istituzioni e con mezzi legali.

Introduzione di Sergio Fabbrini.

continua

Lingua: Italiano
Numero pagine: 320
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2019
ISBN: 978-8858135280

Editore: Laterza

Condividi
Ti potrebbe interessare
Islam e nazifascismo - Alberto Rosselli

Islam e nazifascismo

Un'alleanza che avrebbe potuto modificare l'assetto mediorientale
Non nel nome di Dio - Jonathan Sacks

Non nel nome di Dio

Confrontarsi con la violenza religiosa.
Padre Girolamo Golubovich (1865-1941) - Paolo Pieraccini

Padre Girolamo Golubovich (1865-1941)

L'attività scientifica, il Diario e altri documenti inediti tratti dall'archivio personale (1898-1941)

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione