Chiamami sottovoce - Nicoletta Bortolotti

Chiamami sottovoce

La storia di un'amicizia interrotta, di un segreto mai svelato e di come la vita, a volte, ci conceda una seconda occasione.

È primavera, eppure la neve ricopre la cima del San Gottardo, monumento di roccia che si staglia sopra il piccolo paese di Airolo. La Maison des roses è ancora lì, circondata da una schiera di abeti secolari: sono passati molti anni, ma a Nicole basta aprire il cancello di ferro battuto della casa d’infanzia per ritrovarsi immersa nel profumo delle primule selvatiche ed essere trasportata nei ricordi di un tempo che credeva sommerso.

È il 1976 e Nicole ha otto anni, un’età in bilico tra favole e realtà, in cui gli spiriti della montagna accendono lanterne per fare luce su mondi immaginari. Nicole ha un segreto. Nessuno lo sa tranne lei, ma accanto alla sua casa vive Michele, che di anni ne ha nove e in Svizzera non può stare. È un bambino proibito. Ha superato la frontiera nascosto nel bagagliaio di una Fiat 131, disegnando con la fantasia profili di montagne innevate e laghi ghiacciati. Adesso Michele vive in una soffitta, e come uniche compagne ha le sue paure e qualche matita per disegnare arcobaleni colorati sul muro.

Le regole dei suoi genitori sono chiare: “Non ridere, non piangere, non fare rumore”. Ma i bambini non temono i divieti degli adulti, e Nicole e Michele stringono un’amicizia fatta di passeggiate furtive nel bosco e crepuscoli passati a cercare le prime stelle. Fino a quando la finestra della soffitta s’illumina per sbaglio, i contorni del disegno di due bambini stilizzati si sciolgono nella neve e le tracce di Michele si perdono nel tempo. Da quel giorno, Nicole porta dentro di sé una colpa inconfessabile. Una colpa che l’ha rinchiusa in un presente sospeso, ma che adesso è arrivato il momento di liberare per trovare la verità.

Questa è la storia di un’amicizia interrotta e di un segreto mai svelato. Ma è anche la storia di come la vita, a volte, ci conceda una seconda occasione. Chiamami sottovoce è un romanzo potente su un episodio dimenticato del nostro passato recente. Perché c’è chi semina odio, ma anche chi rischia la propria libertà per aiutare gli indifesi.

continua

Numero pagine: 357
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2018
ISBN: 978-8869053122

Editore: HarperCollins Italia

Condividi
Autore

Nicoletta BORTOLOTTI nasce in Svizzera, ma è italiana d'adozione. Lavora presso Mondadori, occupandosi della parte redazionale che riguarda i lavori dedicati alle serie per ragazzi, ma non solo. È autrice di diversi libri, ha scritto e pubblicato per le case editrici italiane più importanti.

Ti potrebbe interessare
Un uomo - Stefano Nava

Un uomo

4 ottobre 1226
Il Signore degli Anelli - John Ronald Reuel Tolkien

Il Signore degli Anelli

La compagnia dell'anello-Le due torri-Il ritorno del re
Lo hobbit - John Ronald Reuel Tolkien

Lo hobbit

o la Riconquista del Tesoro
La bella storia di Yoshua - Ivano Ceriani, Stefano Gorla

La bella storia di Yoshua

La più grande avventura mai raccontata da un topo
Every Child Is My Child

Every Child Is My Child

Storie vere e magiche di piccola, grande felicità
Il presepe di mio papà

Il presepe di mio papà

Racconti magici e azzardati in attesa del Natale
Anche i pidocchi vanno in Paradiso - Andrea Gironda

Anche i pidocchi vanno in Paradiso

Le domande più belle e difficili dei bambini sulla vita, gli animali, gli uomini e Dio
L’arte di essere fragili - Alessandro D'Avenia

L’arte di essere fragili

Come Leopardi può salvarti la vita
L’ospite di Natale

L’ospite di Natale

Racconti sotto l'albero
Cuore di papà - Osvaldo Poli

Cuore di papà

Il modo maschile di educare
Viaggio in Palestina - Mark Twain

Viaggio in Palestina

Un americano di frontiera in Terra Santa
Un chilo di cioccolato - Chava Kohavi Pines

Un chilo di cioccolato

Diario di una ragazza ebrea ad Auschwitz

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione