suor Maria della Trinità

Figlia e sorella di missionari calvinisti svizzeri, Luisa Jaques nacque a Transvaal (Sud Africa) il 26 aprile 1901. Non provava alcuna attrattiva per il cattolicesimo. La malattia e un seguito di delusioni avevano spento in lei ogni slancio. Al suo grido il Signore rispose forzando la porta della sua prigione: la notte tra il 13 e il 14 febbraio 1926 una chiamata misteriosa e irresistibile rovesciò la sua esistenza. In un momento Dio era diventato una certezza. Ma cosa voleva dire? A forza di interrogarsi e impegnarsi nell’ascolto docile del Signore, Luisa tracciò il suo cammino. Scoperta la sua vocazione di clarissa, la perseguì con generosità e sacrifico fino a realizzarla nel 1938 a Gerusalemme, dove divenne suor Maria della Trinità. Per ordine del confessore scrisse il “racconto della sua conversione” e “appunti” con i pensieri che la voce divina faceva risuonare dentro di lei. Si offrì a Dio con voto di vittima e morì serenamente il 25 giugno 1942. I suoi scritti, apparsi anche in francese, fiammingo, tedesco e inglese, sono patrimonio della spiritualità cristiana.

Condividi
email whatsapp facebook twitter google plusversione stampabile

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione